menu

Progettazione giardini pensili

Progettazione giardini pensili

I giardini pensili sono vere e proprie strutture stratificate che mantengono le piante rigogliose. I Garden Designer che progettano giardini pensili valutano aspetti molto diversi ma complementari, ad esempio: l’ambiente, la vegetazione, l’esposizione, etc.

Il primo esempio di giardini pensili arriva dall’antica Babilonia, terra vicina all’Eufrate. Sulle terrazze di antichi palazzi vennero costruiti prati verdi rigogliosi e pieni di vegetazione irrigati da un complesso sistema idrico che portava l’acqua dal fiume direttamente alle cisterne preposte. 

Oggi i giardini pensili Verde Profilo sono formati da un feltro protettivo, un elemento di accumulo e drenaggio, un telo filtrante, il substrato e la vegetazione. Il tetto verde in città è una soluzione green che porta con sé numerosi vantaggi primo tra tutti la possibilità di creare uno spazio aggiuntivo sul tetto aumentando la superfice disponibile. La presenza di un tetto giardino aiuta, inoltre, a rallentare il deflusso dell’acqua piovana, trasformandola in acqua utile per l’irrigazione e a ridurre l’inquinamento acustico grazie alla sua funzione fono assorbente.

Come realizzare un giardino pensile 

Prima di realizzare un giardino pensile è molto importante verificare lo stato del solaio che dovrà sorreggere il peso dello strato di drenaggio, del substrato e della vegetazione. In particolare, la corretta disposizione degli strati è fondamentale per evitare eventuali percolazioni d’acqua e il proliferare di muffe dovute all’accumulo di umido. Lo studio preliminare che eseguono i progettisti Verde Profilo servirà, dunque, alla scelta della vegetazione più idonea in relazione all’ambiente circostante ed alla progettazione dell’impianto di irrigazione, se necessaria.

Inoltre, è stato confermato, anche per quest’anno, il Bonus Verde, una detrazione IRPEF sulle spese sostenute per il rifacimento di terrazze e giardini: un motivo in più per scegliere una soluzione green. 

 

Quando si parla di verde pensile, la manutenzione è un aspetto da valutare sin da subito. Se la struttura è la medesima, ciò che differisce un giardino pensile intensivo da un giardino pensile estensivo è il grado di manutenzione richiesto per la cura del verde e delle piante. L’estensivo richiede poca manutenzione con un paio di visite l’anno da parte del giardiniere per controllare le piante infestanti e i pozzetti di ispezione; diversamente l’intensivo richiede una manutenzione costante per assicurare stagione dopo stagione la corretta crescita di fiori e piante.

Lo Staff di Verde Profilo, progetta giardini pensili intensivi ed estensivi. Contattaci per richiedere maggiori informazioni. 

 

Alcune delle nostre più belle opere realizzate

RICEVI LA NOSTRA NEWSLETTER

  • facebook
  • pinterest
  • google+
  • linkedin
  • youtube
  • instagram
  • archello